Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La Festa della Repubblica è stata celebrata con un concerto “cinematografico”

Data:

09/06/2022


La Festa della Repubblica è stata celebrata con un concerto “cinematografico”

l concerto con brani di Ennio Morricone, Nino Rota e Piero Piccioni.

La Festa della Repubblica è stata celebrata con un concerto “cinematografico”

Tra espressioni di amicizia e di gioia, la collettività italo-venezuelana si è riunita presso la Sala Simón Bolívar del Centro Nacional de Acción Social por la Música, a Caracas, per assistere ad una serata musicale che ha commemorato la più importante festa civile italiana, riaffermando i valori della democrazia, della libertà, del lavoro e dell’uguaglianza.

Un viaggio magico tra le note musicali alle volte drammatiche, tese e appassionate e alle altre malinconiche, nostalgiche e romantiche. Si riassume così l'indimenticabile concerto dello scorso giovedì 2 giugno in occasione dei 76 anni della Repubblica Italiana, con le leggendarie colonne sonore del cinema italiano, interpretate dai 90 giovani musicisti dell'Orchestra Sinfonica Juan José Landaeta e dal maestro Arnaldo Pizzolante al pianoforte, con gli arrangiamenti orchestrali del maestro Mauro Maur, sotto la direzione di Jesús Uzcátegui.

Tra espressioni di fratellanza e gioia, la comunità italo-venezuelana si è riunita nella Sala Simón Bolívar del Centro Nazionale di Azione Sociale per la Musica, a Caracas, per assistere all'incontro musicale che ha celebrato la più importante festa civile italiana e ha riaffermato i valori della democrazia, della libertà, del lavoro e dell’uguaglianza.

L'Incaricato d'Affari dell'Italia in Venezuela, Placido Vigo, ha mantenuto la promessa di offrire al pubblico uno spazio per vivere le emozioni suscitate dalla musica di Ennio Morricone, Nino Rota e Piero Piccioni: un vero e proprio omaggio a questi leggendari compositori, le cui colonne sonore hanno scritto parte della Storia del cinema italiano.

Dopo due anni di restrizioni dovute alla pandemia e alle devastanti perdite umane in tutto il mondo a causa della Covid-19, oltre alla tragica guerra in Ucraina, "abbiamo pensato che fosse necessario organizzare qualcosa di speciale per la comunità italiana e per i venezuelani che amano l'Italia in questo bellissimo Paese, in occasione della Festa della Repubblica”, ha affermato l’Ambasciatore Vigo.

La multitudinale partecipazione alla prova generale, aperta al pubblico, non è stato altro che l’antipasto dell’enorme successo che avrebbe riscosso la serata musicale. Entrambi gli spettacoli sono stati organizzati dall'Ambasciata d'Italia a Caracas, in collaborazione con il Sistema Nacional de Orquestas y Coros Juveniles e Infantiles de Venezuela e il Circuito Unión Radio.

VALORI CONDIVISI

A dare inizio all’evento è stato il giornalista Eduardo Rodríguez Giolitti, che nel suo discorso di apertura ha sottolineato che i brani, accuratamente selezionati per il concerto, appartengono a "molte delle scene più famose del mondo del cinema, e che abbracciano i valori che identificano l'Italia nel mondo: creatività, passione, famiglia, patrimonio, stile, innovazione e diversità".

"Non solo stiamo celebrando i 76 anni della Repubblica Italiana, ma anche i valori che sia la Repubblica Italiana che il Venezuela ed El Sistema portano nel loro DNA, valori quali l'inclusione, l'attaccamento all'eccellenza"", ha aggiunto Herich Sojo, Direttore Generale del Sistema Nazionale di Orchestre e Cori Giovanili e Infantili.

Anche il Sindaco del comune di Baruta, presso lo Stato di Miranda, Darwin González, ha rivolto alcune parole al pubblico prima del concerto, sottolineando che coloro che sono giunti nella "Tierra de Gracia" dal luogo di nascita di Dante, custodiscono nei loro cuori "due patrie: l'Italia e il Venezuela". Hanno costruito e continuano a costruire questo bellissimo Paese".

Al galà musicale erano presenti Giuseppe Giacalone, Vice Capo Missione dell'Ambasciata d'Italia; Nicola Occhipinti, Console Generale d'Italia a Caracas; Francesco Manià, Vice Console d'Italia a Caracas; Aniello Petito, Console d'Italia a Maracaibo; Carlos Villino, Presidente del Comitato degli Italiani all'Estero (COM. IT.ES); Antonio Iachini, Consigliere del Consiglio degli Italiani all'Estero (CGIE); Mariano Palazzo, Presidente della Società Dante Alighieri di Maracay; membri del corpo diplomatico accreditato in Venezuela, personalità, giornalisti e ospiti speciali.

Anche questo cine-concerto si è svolto nell’insegna della campagna comunicazione per la promozione del Made in Italy "Italy is simply extraordinary: beIT", promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dall'Italian Trade Agency (ITA) in 26 Paesi.

 


385